+ (123) 1800-453-1546
info@example.com

Related Posts

Come proteggere la vista dei bambini dalla luce blu?

Come proteggere la vista dei bambini dalla luce blu?

Tablet, smartphone e altri dispositivi digitali, hanno modificato le nostre abitudini visive. È importante riconoscere che trascorriamo più tempo guardando da molto vicino uno schermo, rispetto al passato. Il problema riguarda soprattutto i bambini. Infatti, è ormai confermato che l’uso prolungato dei device da parte dei più piccoli e la conseguente esposizione alla luce blu, sia la maggiore causa di danni alla loro vista.

LUCE BLU: GLI EFFETTI NEGATIVI SUGLI OCCHI DEI BAMBINI
Le emissioni di luce blu dei dispositivi digitali, unitamente al tempo prolungato passato davanti allo schermo, determinano un affaticamento oculare e la secchezza delle mucose ottiche.

Vari studi mostrano che un occhio sottoposto a un’intensa luce blu accusa danni alla retina e, secondo il parere di diversi esperti, l’esposizione in età infantile potrebbe causare una degenerazione maculare ad esordio precoce, che si traduce nella principale causa di cecità per gli over 50, nonché all’incidenza più precoce di patologie legate alla cataratta. Ovviamente il rischio è nettamente inferiore per gli occhi degli adulti, poiché essi godono di una difesa del tutto naturale: invecchiando, la lente inizia a ingiallire diventando così un filtro naturale contro il passaggio della luce blu. Differente è il discorso per gli occhi dei bambini, dove la luce blu è in grado di penetrare in modo molto più efficace e diretto ai danni della retina, proprio in virtù del processo di sviluppo ancora in corso.

COME DIFENDERSI DALLA LUCE BLU?

Esistono diversi modi per aiutare i bambini a non compromettere la loro capacità visiva, il primo tra tutti è limitare l’accesso all’esposizione di luce blu, con regolari interruzioni dell’attività di osservazione. L’affaticamento degli occhi e la loro secchezza possono essere scongiurati se si insegna ai piccoli a fare pause regolari durante la visione dello schermo, affinché non giungano a provare sensazioni di bruciore e secchezza oculare.

In secondo luogo, occorre portarli all’aperto, poiché spesso la miopia è correlata più alla mancanza di tempo trascorso all’aperto e al poco esercizio della visione a lunga distanza che al tempo dedicato al tablet.

OCCHI STANCHI: LA REGOLA 20-20-20

La regola del 20-20-20 può aiutare a prevenire questo problema. Secondo quest’ultima, dopo venti minuti trascorsi guardando uno schermo, bisognerebbe guardare qualcosa a 20 piedi, ovvero circa 6 metri, di distanza per 20 secondi e battere le palpebre per almeno 20 volte.
Seguire questa regola sarà un ottimo modo per ricordare di fare delle pause frequenti, e in questo modo riuscirete a ridurre l’affaticamento degli occhi causato dagli schermi digitali. Occorre inoltre responsabilizzare i piccoli sull’importanza di non eccedere con l’utilizzo di tablet ed altri device.

LUCE BLU: GLI STRUMENTI DI PROTEZIONE

Esistono sul mercato delle protezioni in grado di schermare la luce blu. A partire da speciali pellicole da applicare sui dispositivi; sono opache e riposanti per la vista, resistenti ai graffi e in grado di assicurare una trasparenza del 99%. L’esperienza visiva resta inalterata e l’occhio ne guadagna in salute.

Oltre alle pellicole per lo schermo, ci sono anche lenti da vista con filtri sugli occhiali, in grado di garantire una visione più confortevole e nitida durante l’esposizione ai device. Il trattamento anti-luce blu permette di: migliorare il contrasto e il comfort visivo, ridurre l’abbagliamento e i riflessi sulla lente, prevenire la visione offuscata, la secchezza e il rossore oculare, il mal di testa e l’insonnia.

Buona norma è infine effettuare dei controlli annuali dall’infanzia fino al raggiungimento della maggiore età, momento in cui lo sviluppo è terminato e l’occhio può cominciare il suo processo di protezione naturale. Contatta il tuo ottico di fiducia, per effettuare un esame della vista nel negozio più vicino.

Non ci sono commenti
Scrivi un commento
Nome
E-mail
Sito web